giovedì 4 ottobre 2012

La rappresentazione di un fenomeno


Mediante una tabella: se la l’acqua fuoriesce da un rubinetto  con flusso costante nel tempo, la quantità d’acqua e la variabile dipendente e il  tempo la variabile
indipendente.
esempio  tabella 1
Tempo (min) 0 1 2 3
Quantità (litri) 0 2 4 6
dalla tabella si legge che ad ogni minuto fuoriescono due litri d’acqua a flusso costante.

- Mediante una formula: permette di calcolare la quantità d’acqua fuori uscita in un istante generico t, si trasforma da un linguaggio matematico a un fenomeno fisico che si svolge nel tempo stabilendo un legame fra quantità q  tempo t. es. q=2t (2 perché fuoriescono due litri al minuto).
-Mediante un grafico: i fenomeni possono essere rappresentati usando dei grafici ad esempio se prendiamo la tabella di cui sopra, assegnando sull’asse delle ascisse il tempo (variabile indipendente) e sulle ordinate la quantità di acqua (variabile dipendente) otteniamo una retta passando dall’origine.
Concludendo possiamo affermare che  la formula fornisce più informazioni.
Con le analogie possiamo studiare fenomeni diversi allo stesso modo, perché descrivibili con lo stesso stessa relazione: y=k*x
y=variabile dipendente;
k=costante;
x=variabile indipendente.