giovedì 21 febbraio 2013

Il momento delle forze

Un corpo rigido, a differenza del punto materiale, può anche ruotare.

"Il braccio di una forza F rispetto a un punto O è dato dalla distanza tra il punto O e la retta che contiene F"
Definiamo quindi il momento di una forza  come "Il movimento di una forza F rispetto a un punto O è uguale al prodotto dell'intensità F della forza  per il braccio b".


M=F b           F=M/b         b=M/F               (ricorda  b=braccio)

Il momento della forza ha segno positivo se ruota in senso antiorario, negativo in senso orario.
L'unità di misura del momento  è  N m.

Il momento di una coppia di forze è data da due forze, uguali e opposte, applicate in due punti diversi di un corpo rigido.
"Definiamo il momento di una coppia  come la somma dei momenti delle forze rispetto al punto mediio O. Esso è uguale al prodotto dell'intensità F di una forza per la distanza d tra le rette di azione delle due forze"

M= F d
esempio: pensiamo alla chiave nella toppa della serratura, ad una bici quando ruotiamo il manubrio, la maniglia di una porta, ecc
quindi M=Fb + Fb   dove d= distanza  e  comprende i due bracci b1+b2
i segni sono come per il momento della forza visto sopra antiorario=positivo e orario=negativo

Il momento di una forza è una grandezza vettoriale avente la drezione perpendicolare al piano individuato da F e verso offerto dalla regola della mano destra allorquando r si sovrappone ad F descrivendo l'angolo alfa
possiamo scrivere cosi il prodotto verttoriale: M = rF
ed in modulo: M = r F senϑ   dove senϑ è l'angolo che si forma tra due vettori; ed M è dato dalla regola della mano destra.